TRAGODìA

TRAGODìA-PROJECT 2020-2022

Un percorso formativo e performativo sulla Tragodìa e sulla figura divina di Dioniso come principio vitale per la cultura e la mitologia occidentale.
Uno studio applicato di musicalità incarnata, ovvero corpo azione, corpo parole, corpo voce in un moto corale.

  • ll progetto TRAGODÌA nasce in seguito a due esperienze condotte dal LabPerm, di notevole impatto sul pubblico e sulla critica: Armonie dai Confini dell’Ombra(diretto da Domenico Castaldo, prod. LabPerm) e I due abissi di Spica (direzione e produzione Replicante Teatro, Aosta). In entrambi i casi il LabPerm ha indagato e ha trovato espressione attraverso un uso originale del canto polifonico: in Armonie dai confini dell’ombra i canti, composti su parole, guidano lo spettatore in una esperienza sensoriale attraverso luce ed ombra, nel secondo caso le voci si presentano come strumento musicale puro, teso ad evocare il mito di Persefone nell’area megalitica della Città di Aosta. I due lavori, frutto di un lungo studio, si sono rivelati come una via performativa e medianica per molti degli spettatori che ne hanno preso parte.

     

  • TRAGODÌA, a partire da queste incoraggianti esperienze, intende indagare ed applicare la funzione più antica del teatro, in particolare quella delle sue origini, che possiamo individuare nei rituali dionisiaci pre-ellenici, nell’attuale contesto politico e sociale. Il fine è quello di provare a restituire all’ arte teatrale il suo ruolo ricreativo e spirituale, dionisiaco ed apollineo, mitico e popolare.
    TRAGODÌA si sta inoltre sviluppando con uno studio approfondito, oltre che nella pratica dell’arte attoriale, in diversi ambiti accademici: antropologia teatrale, musicologia, filologia, storia del teatro, etc.
    Il Teatro in generale, e ancor più la Tragodìa svolge, la funzione di sublimare il male di vivere. E’ questo un bisogno vivido nel corpo della nostra attuale società. Crediamo che questa sia la forza che permette a quest’arte di resistere anche, e soprattutto, in momenti di crisi e recessione.

STASIMI

Abbiamo definito Stasimi tutte le versioni di Tragodìa che abbiamo presentato dal 2020 ad oggi. Si tratta di versioni che sono state adattate alle situazioni e ai contesti differenti in cui è stato presentato il lavoro; e rappresentano i tasselli di progressivo avanzamento del processo di studio e creazione.

Sto caricando…
  • – STASIMO #5 – L’arte del vivere e del morire

    Lo spettatore sarà condotto in un viaggio emotivo attraverso una sinfonia di canti a cappella e testi poetici, tratti dalle poesie di Tagore, Tarkovskij, e le riflessioni di Panikkar e Natalia Ginzburg.

  • – Stasimo #4 – Tragodìa – Quell’anno in cui

    Tragodìa – Quell’anno in cui… è una spedizione sensoriale, una immersione nelle fotografie di Stefano Stranges attraverso i canti senza parole del LabPerm di Domenico Castaldo.

  • – Stasimo #3 – Alla sorgente

    ALLA SORGENTE (…dissetarsi) Un conferenza-spettacolo sulle origini dell’atto teatrale, Rovigo, 11 settembre 2020. con Domenico Castaldo, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio Conferenza deriva dal verbo latino fero, che significa portare; con–fero, significa dunque portare con sé. Una conferenza è allora un viaggio in compagnia, in questo caso di un gruppo di […]

  • – Stasimo #2 – Ti saluto anima mia

    concerto del LabPerm di Domenico Castaldo per il Centro Milarepa Canti a cappella originali e riscrittura di canti tradizionali dall’area del Mediterraneo con Domenico Castaldo, Gloria Cuminetti, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio, Marta Tangredi, Braulio Verdejo Garrido diretto da Domenico Castaldo Questo concerto del LabPermper il Centro Milarepa è uno studio […]

  • – Stasimo #1 – Il canto del capro

    Primo studio presentato al Castello di Verres in occasione della manifestazione musicale “Chateaux en musique”