ALLA SORGENTE (…dissetarsi)
Un conferenza-spettacolo sulle origini dell’atto teatrale, Rovigo, 11 settembre 2020.
con Domenico Castaldo, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio

Conferenza deriva dal verbo latino fero, che significa portare; confero, significa dunque portare con sé. Una conferenza è allora un viaggio in compagnia, in questo caso di un gruppo di attori ed attrici.
Siccome usano l’Arte dell’Attore come linguaggio questi conferenzieri non possono esimersi dal comunicare attraverso la propria arte mimetica (elaborata presso il LabPerm che vanta 25 anni di ricerca).
Lo spettatore è invitato a seguirli alla sorgente del Teatro attraverso un susseguirsi di invenzioni sceniche che nascono dall’arte dell’attore e tornano ad essa. Ma si tratta di un Teatro essenziale, che punta tutto sull’incontro tra esseri umani: quelli che portano e quelli che seguono (gli spettatori).
Si parte alla ricerca delle origini dell’arte della trasformazione del Sé, la mimesi, passando dalla tragedia greca, si cerca di andare ancora prima, nell’atto puramente libero del cantare e danzare, quando il dio era Dioniso e la Terra era Madre Divina.